Aprile 3, 2021 Tommaso

Dal 15 aprile al 30 Maggio un corso per diventare mediatori territoriali con Moltivolti, se sei interessato/a invia una email con una lettera di motivazione al seguente indirizzo email: call@moltivolti.org

I criteri sono: esperienza migratoria, italiano B2, conoscenza B2 di almeno una lingua fra inglese, francese, spagnolo, tedesco, cinese e una forte motivazione a iniziare un percorso di formazione professionalizzante.

All’interno del progetto Moltivolti Community, finanziato da Fondazione Vismara e Fondazione con il Sud, riparte AIMO_ Attraverso I Miei Occhi alla scoperta dei quartieri di Palermo.

L’esperienza AIMO nasce, su iniziativa di Moltivolti, nel 2018 nel quartiere Ballarò: “una passeggiata attraverso le relazioni, le storie, la quotidianità del quartiere. Un racconto molto personale dei suoi luoghi, in compagnia di un suo abitante”. Da questa esperienza, un gruppo di ragazzi e ragazze hanno accompagnato, in qualità di mediatori territoriali, tantissimi turisti siciliani, italiani, internazionali per le vie di Ballarò, stringendo rapporti, promuovendo sviluppo locale, sentendosi protagonisti di quel territorio che hanno scelto di abitare.

La loro esperienza sarà messa al servizio di questa nuova fase: Memory, Ibra, Alhagie Malick e Filly saranno gli esperti di un percorso di studio, ricerca e condivisione delle esperienze dei partecipanti che hanno delle relazioni nei vari quartieri di Palermo; creeremo nuovi tour per la città da offrire a coloro che hanno voglia di un tipo di turismo fatto di narrazioni di esperienze personali, di attivismo sociale e culturale e consolideremo una figura professionale quale è quella del mediatore territoriale.

Il corso avrà inizio il 15 Aprile e terminerà alla fine di Maggio e tratterà argomenti quali turismo responsabile, educazione allo sviluppo, comunicazione non verbale e public speaking, studio dei quartieri ed esercitazioni ai tour nei quartieri identificati. L’obiettivo è di creare un team di mediatori territoriali e nuovi pacchetti tour per i quartieri di Palermo già dal mese di giugno.