gennaio 30, 2018 Moltivolti

#MolteStorie: Anna, la cucina tradizionale e la ricerca della bellezza

Mi chiamo Anna Scudieri e a Moltivolti faccio la cuoca. 

Sono nata ad Alia e mi sono avvicinata alla cucina lavorando per una cooperativa che preparava pasti caldi per mense scolastiche e ospedali a Palermo, Agrigento e Catania; parallelamente ho fatto l’estetista, inseguendo la mia vera passione e coronando il mio sogno occupandomi di trucco, soprattutto teatrale. A un certo punto, quando mi sono trovata a dover scegliere fra i miei due lavori, ho trovato un punto d’incontro nella pasticceria, un campo in cui la cucina e l’estetica si fondono e si completano. Faccio parte della Federazione Italiana Cuochi come decoratrice e sono una cakedesigner, posso dire che la mia passione oggi è diventata il mio lavoro.

Sono arrivata a Moltivolti dopo esserne stata una frequentatrice, occasionalmente collaboravo con loro preparando delle torte e successivamente ho iniziato a lavorare in cucina, qui ho l’occasione di poter rivisitare le ricette della tradizione siciliana e di dare sfogo alla mia creatività nella pasticceria. Questa è una cucina che ti insegna tanto e in cui hai la possibilità di trasmettere il tuo sapere e mischiarlo con quello degli altri; le principali ricette che ho portato nel menù riguardano ovviamente i dolci, soprattutto la torta cioccolato e pere e quella con rum e cannella, mentre la cosa in cui in assoluto sono migliorata di più rubando i segreti dei miei colleghi è sicuramente l’uso delle spezie. Ho assaggiato praticamente tutti i piatti del menù e apprezzo molto la cucina etnica, mi devo unire al coro di quelli che hanno come piatto preferito il mafè senegalese, la trovo una ricetta straordinaria! Mi piace molto cucinare i primi e, non c’è bisogno di specificarlo, ovviamente i dolci. Mi piace reinventare i dolci siciliani ma penso che la tradizione sia fondamentale, sto infatti lavorando a un libro in cui raccogliere ricette antiche, la cucina delle nostre nonne, sia dolci che salate, che si chiamerà “Le ricette di Anna e Marco” e che sto scrivendo insieme al mio nipotino di 8 anni.

Carciofi alla viddanedda

Non posso svelarvi la ricetta della torta cioccolato e pere perché è coperta da segreto professionale, posso dirvi solo che ci sono cioccolato, pere e burro! Invece posso raccontarvi cosa sto cucinando mentre vi parlo, i carciofi alla viddanedda (villanella), una ricetta tipica siciliana e, come tanti piatti della nostra tradizione, molto semplice e saporita; di solito i carciofi si cucinano interi (ammuttunati), ma io preferisco farli a pezzetti e poi cuocerli in umido con aglio, menta, pecorino e patate.

Questo non è un ristorante come gli altri, prima di lavorare qui ci venivo a mangiare perché mi sentivo a casa e mangiavo bene in un ambiente accogliente, mangiare da Moltivolti è un po’ come andare a mangiare a casa di amici.